Yepa Pranzo

Paolo e Pina di “Qui se magna” ritratti da giorgiop

Gli obiettivi trimestrali vengono fissati nel mese precedente all’inizio del trimestre. Poi, a meta’ periodo, viene fatta una riunione per verificare a che punto siamo e, verso la fine del trimestre, si stringono i denti per cercare di arrivare a concludere quanto preventivato. Le aree di competenza degli obiettivi sono tre: tecnica, amministrativa e commerciale/marketing. Poi c’e’ un’area “generale” dove confluiscono tutti quei punti che hanno a che fare con la vita della Yepa in generale ma con nessuna area in particolare. Dallo scorso trimestre quest’area e’ stata ridimensionata a causa della difficolta’ nel focalizzare bene alcuni obiettivi in capo a tutti ma a nessuno piu’ degli altri. Cosi’ in questo trimestre sono rimasti solo quattro punti. Uno e’ l’immancabile Yepa Pranzo.

Da qualche anno a questa parte il momento dello Yepa Pranzo e’ un momento fondamentale nella vita della Yepa. Pasquale, Carlo, Andrea, Luca, Giancarlo, Silvia, Patty e tanti altri amici della Yepa Alumni certamente ricordano i momenti del pranzo e del faticoso pomeriggio a seguire. Bevuta libera, battutacce volgari e magnata seria caratterizzano l’abbuffata. E tutti ricordano uno o due aneddoti di quelli indimenticabili.

Purtroppo dallo scoppio della bolla speculativa in poi, il caro “Edmondo” ci ha lasciato orfani della miglior hosteria “nuda e cruda” di Roma. Da allora e’ un continuo peregrinare alla ricerca della carbonara “perfetta”, che forse non esiste.

Oggi abbiamo continuato questa nostra ricerca infinita andando da “Qui se magna”. Tipica trattoria di Via del Pigneto nel quertiere Prenestino, che in quanto a cucina romana si difende bene.

L’ambiente e’ quello giusto. Familiare e rustico quanto serve. La cucina e’ quella casareccia: la carbonara, la trippa, il carciofo, la coda alla vaccinara. Alla fine un amaro “della casa” che ricorda il mitico Wunderbar. Insomma una di quelle “dritte” che ci si passa l’un l’altro nell’ambiente scaciato/studentesco/coatto di cui ci sentiamo orgoglisamente di far parte.

Questa la mappa e questa la foto dei due titolari, figli di Valeria (che c’e’ solo quando je va).

Alla fine ci siamo fatti fare una foto da un tavolo vicino dove si festeggiava una Laurea. Abbiamo lasciato una mail. Non appena arriva prometto di pubblicarla. Stay tuned.