Yepa Pranzo

Paolo e Pina di “Qui se magna” ritratti da giorgiop

Gli obiettivi trimestrali vengono fissati nel mese precedente all’inizio del trimestre. Poi, a meta’ periodo, viene fatta una riunione per verificare a che punto siamo e, verso la fine del trimestre, si stringono i denti per cercare di arrivare a concludere quanto preventivato. Le aree di competenza degli obiettivi sono tre: tecnica, amministrativa e commerciale/marketing. Poi c’e’ un’area “generale” dove confluiscono tutti quei punti che hanno a che fare con la vita della Yepa in generale ma con nessuna area in particolare. Dallo scorso trimestre quest’area e’ stata ridimensionata a causa della difficolta’ nel focalizzare bene alcuni obiettivi in capo a tutti ma a nessuno piu’ degli altri. Cosi’ in questo trimestre sono rimasti solo quattro punti. Uno e’ l’immancabile Yepa Pranzo.

Da qualche anno a questa parte il momento dello Yepa Pranzo e’ un momento fondamentale nella vita della Yepa. Pasquale, Carlo, Andrea, Luca, Giancarlo, Silvia, Patty e tanti altri amici della Yepa Alumni certamente ricordano i momenti del pranzo e del faticoso pomeriggio a seguire. Bevuta libera, battutacce volgari e magnata seria caratterizzano l’abbuffata. E tutti ricordano uno o due aneddoti di quelli indimenticabili.

Purtroppo dallo scoppio della bolla speculativa in poi, il caro “Edmondo” ci ha lasciato orfani della miglior hosteria “nuda e cruda” di Roma. Da allora e’ un continuo peregrinare alla ricerca della carbonara “perfetta”, che forse non esiste.

Oggi abbiamo continuato questa nostra ricerca infinita andando da “Qui se magna”. Tipica trattoria di Via del Pigneto nel quertiere Prenestino, che in quanto a cucina romana si difende bene.

L’ambiente e’ quello giusto. Familiare e rustico quanto serve. La cucina e’ quella casareccia: la carbonara, la trippa, il carciofo, la coda alla vaccinara. Alla fine un amaro “della casa” che ricorda il mitico Wunderbar. Insomma una di quelle “dritte” che ci si passa l’un l’altro nell’ambiente scaciato/studentesco/coatto di cui ci sentiamo orgoglisamente di far parte.

Questa la mappa e questa la foto dei due titolari, figli di Valeria (che c’e’ solo quando je va).

Alla fine ci siamo fatti fare una foto da un tavolo vicino dove si festeggiava una Laurea. Abbiamo lasciato una mail. Non appena arriva prometto di pubblicarla. Stay tuned.

38 pensieri riguardo “Yepa Pranzo”

  1. E mancava solo il Blog del Venturini per rendere il web degno di essere vissuto!!!!
    Qualcuno ha notizie della Magnoberta?
    E dei meccanici incazzosi?

  2. 1) Per “Completare” la “dritta” sul ristorante “Qui se magna”:
    tutto vero, se volete andateci, ma evitate di “magnà” il filetto. Mai visto prima di ieri un filetto così duro, così secco, così sottile e… talmente piccolo che (purtroppo) hanno deciso di metterne un secondo nel piatto: entrambi immangiabili.

    2) Luca promette, ma non sa se potrà mantenere… Da bravo commerciale il biglietto da visita lo avevo io… perciò la mail della “Laureata” (completa d’indirizzo della mittente) arriverà a me…

  3. L’Osteria Qui se magna è un locale a conduzione familiare e forse è uno dei pochi locali a Roma in grado di rappresentare alla perfezione lo spirito gastronomico della cucina tipica romana. I piatti migliori sono la pasta alla gricia, la parmigiana e la coda alla vaccinara.

  4. Ciao a tutti sono Betta la moglie di Giacomo,
    allo Yepa pranzo non mi invitano mai 😕
    Forse do fastidio a Giacomo e la laureata 😛 😛
    Beccato
    😆

  5. indiano dove sei riuscito a comprare il fantastico wunderbar?
    io sono proprio del pigneto e abito vicino a “qui se magna”, se qualcuno sa se dalle mie parti si trovi un negozio che vende il wunderbar mi faccia sapere per favore……

    grazie 🙂

  6. Mi scrive l’indiano: “il Wunderbar lo prende un amico direttamente in Magnoberta (la ditta produttrice) al momento mi è rimasto solo un boccione da litro e mezzo, se ti interesa mi informo del contatto e ti faccio sapere, ti spediscono direttamente a casa…..ecco il link
    http://www.magnoberta.com

    Grazie Indiano…

  7. ciao luca,

    grazie della risposta ma sul sito della magnoberta ci ero stato già tempo fa, e gli ho scritto una mail ma nn mi hanno calcolato proprio 😯
    per il boccione sarebbe cosa gradita, se stai a roma posso anche passare io a ritirarlo 😉
    visto che ci sono quanto viene?

    grazie ancora aspetto una tua reply

  8. Ho parlato con la Magnoberta. Possiamo fare un gruppo d’acquisto. Ogni bottiglia costa 12 Euro, spedizione inclusa. Dobbiamo prenderne almeno 12.

    Io posso caricarmene 4 senza rischiare il divorzio… attendo adesioni

  9. giacomo nuova conferma!

    arriviamo a 12, io ne prendo 6, anche un mio amico le voleva quindi ora nn ci resta che ordinare….

    tu sei di roma? se si fammi sapere… in ogni caso questa è la mia mail:

    ronin1984@NOSPAMtiscali.it

    fatti sentire cosi ci mettiamo daccordo 😉

  10. ok perfetto!

    finalmente il wunderbar a casa mia!!! 😆 anzi mi correggo nel mio stomaco 😆 😆 😆

  11. Io pagai e mandai il fax del bonifico.

    Non vorrei disturbare i mitici produttori della Magnoberta con triviali domande sui tempi di consegna.

    Se si degneranno d’inviare a noi umili mortali il nettare divino, solo allora potrò porgere loro i nostri ferventi ringraziamenti.

    Attendiamo con speranza…

  12. a questo punto sorge un’importante questione che vorrei dibattere con voi estimatori.

    A che temperatura va consumato il Wunderbar?

    Partiamo dalle auctoritas:

    Da Edmondo il Wunderbar era servito rigorosamente a temperatura ambiente. Ovviamente ambiente rigorosamente non condizionato…

    Come potete immaginare, ieri sera appena vista la cassetta dei Wunderbar mi sono munito di coltello (per aprire la cassetta) e di bicchiere.

    Il nettare a temperatura ambiente era ottimo, saporito e vigoroso.

    Poi ho provato a metterlo in frigo… Stamattina (lo so di mattina non dovrei, ma potevo resistere? ) l’ho assaggiato fresco di frigo… l’ho trovato delizioso, soprattutto con le attuali temperature estive.

    Che fare?

  13. evvai il wunderbar è arrivato!!!! 😛 😛 😛

    giacomo come ci mettiamo d’accordo per il ritiro? ❓ ❓

    io il wunderbar l’ho sempre bevuto a temperatura ambiente, freddo mai provato… da sperimentare insomma :mrgreen: :mrgreen:

  14. Sono arrivate 12 bocce.

    Luca e Francesco hanno già preso le loro.

    Le tue 6 sono a casa mia. Siccome capisco l’urgenza, puoi venire stasera verso le 10.30 a ritirarle. Ti faccio assaggiare un bicchiere a temperatura di frigorifero. Altrimenti possiamo metterci d’accordo per Martedì sera, dopo il ponte.

    Idem per le 3 di Pasquale.

    Scrivimi a giacomoNOSPAM@yepa.com per l’indirizzo.

    Ciao!
    Giacomo

  15. Non va messo in frigo. Ora posso dirlo con certezza. Il Wunderbar refrigerato sembra più leggero, quasi dolce. Meglio a temperatura ambiente.

    Aveva ragione il mitico Edmondo.

  16. we giacomo ciao!

    e grazie ancora dei wunderbar! 😉

    si confermo in frigo perde molto del sapore che lo rende speciale! 😉

  17. Drammaticamente il mio Wunderbar sta per finire.

    Vorrei prenderne altre 2 bocce.

    Ho sentito che Pasquale, Luca e Silvio sarebbero interessati a partecipare ad un nuovo ordine. Il prezzo sarà ancora 12 Euro a boccia. Dobbiamo arrivare a 12 bocce.

    Chi vuole partecipare?

  18. Buongiorno carissimi estimatori del nostro Wunderbar!!!!!
    Vi ringraziamo per la stima e l’affetto che ci riconoscete per il prodotto artigianle che con passione da tanti anni ormai produciamo!
    Pensate che già nel 1976 riuscimmo a servire 17.000 punti vendita in tutta Italia e siamo felici di apprendere che ancora oggi l’infuso di erbe (nostra ricetta segreta e di origine tedesca) viene apprezzato da così tanti amici!
    Vi aspettiamo ovviamente a Casale Monferrato (AL) per proporvi una visita guidata del nostro impianto di distillazione e magari per qualche interessante degustazione!
    A presto a Casale
    Distilleria Magnoberta
    Valeria Luparia
    0142.45.20.22

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *