Skype introduce lo scatto alla risposta per SkypeOut

Logo Skype

Brutte notizie per chi chiama con Skype. Dal 18 gennaio bisogna pagare lo scatto alla risposta per tutte le chiamate effettuate da Skype verso telefoni fisici (SkypeOut).

Sulle prime c’e’ stata un po’ di confusione in quanto pareva che Skype avesse bilanciato l’operazione abbassando le tariffe per alcuni paesi, ma appena visti i dati e’ stato chiaro a tutti che si trattava di un palliativo. Le tariffe erano state abbassate (di poco) solo per paesi minori: Guam, Israele, Lussemburgo, Malaysia, Porto Rico, Repubblica Ceca, Alaska e Hawaii negli Stati Uniti, Ungheria. Nel complesso quindi Skype non ha fatto altro che alzare i prezzi.
Gli utenti sono inferociti. Se a questo aggiungiamo che in Italia per chiamare un cellulare da Skype bisogna spendere 28,8 cent/min e che non esiste SkypeIn con numeri geografici, mi chiedo chi ancora usi Skype.

L’alternativa? Un qualunque provider che usi il protocollo aperto SIP. Ce ne sono decine. Per parlare si puo’ usare software free come Gizmo o Twinkle.

E se proprio si vuole essere ancora presenti su Skype, basta tenerlo acceso in un angolo del proprio desktop ed aspettare di essere chiamati.

Un pensiero riguardo “Skype introduce lo scatto alla risposta per SkypeOut”

  1. beh le intercontinentali in skype out convengono ancora…dai calcoli che mi sono fatto skype out conviene su interurbane, e intercontinentali. no cellulari e urbane…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *