Pugilato

Million Dollar Baby (2004)

Finite le ferie si torna in citta’ e ci si rende conto che si passa la maggior parte del tempo davanti ad un monitor. Allora si cerca di capire cosa fare per rendere la propria esistenza meno monotona. Qualche anno fa ci si buttava a fare Salsa e Merengue.

Gia’ da un paio d’anni la tendenza e’ invece per il pugilato nelle sue diverse forme: ginnastica prepugilistica, kick boxing e via dicendo. Una volta era considerato uno “sport da uomini”; quello di oggi va di moda soprattutto tra le donne.

Ecco cosa mi scrivono Patrizia ed Emanuela:

Patrizia:

“Quest’anno Patty ha deciso (un po’ anche forzatamente) di cambiare sport… La piscina dove andava e si trovava tanto tanto tanto bene l’hanno chiusa… quando una ha culo: è stata scelta per le Olimpiadi del 2008. Ma non le facevano in Cina? Boh, vai a capire. Comunque devono fare i lavori di ristrutturazione che iniziano a settembre e durano un anno.

Allora Patty pensa, si informa, vaga x la città e alla fine arriva alla palestra sotto casa della mamy dove fanno un’offertona: 525 euro x 14 mesi (40 euro al mese). Ammazza che fico il prezzo, però ammazza che palle andare in palestra. Vabbè dai, per un anno ci sacrifichiamo, ci buttiamo in palestra e magari facciamo pure un po’ di addominali così buttiamo giù i fianchetti ereditati dal papy. Insomma sono convinta, vado, poi magari ci sarà qualche “corsetto” che posso frequentare e che mi piace. Insomma, VADO!

Entro e vedo che in una saletta saltano con la corda e stanno facendo “UNA LEZIONE”… mi avvicino alla porta e mi pare che si stanno a fare un “mazzo” tanto… Tra me e me ho pensato: “questi sono pazzi, chissà chi sono!”

Mi segno, pago, mi danno un foglio e mi dicono: “puoi fare tutto, leggi e ben arrivata!”

Leggo il fogli e vedo che c’è scritto “Kick Boxing”. Figo, mi piace… sarà tipo prepugilistica. Quand’è? Lunedì mercoledì e venerdì… allora vado (tanto andare in palestra mi rompe)… quindi vado eh, sono convinta!

Il lunedì successivo entro in quella stessa palestrina dove c’erano appunto i pazzi e scopro che il corso di Kick Boxing era proprio quello! Vabbè saltiamo la corda… era dai tempi della scuola elementare che non saltavo la corda: dire che ero ridicola è poco!

Totale persone: forse dieci. Totale donne: 3 (di cui 2 già veterane… e poi io)

Passa una settimana e quindi tre lezioni: corda, addominali, flessioni, piegamenti, squot, pesetti e roba del genere…

La lezione si articola così: prima riscaldamento (chiamamolo così, ma secondo me è più un “famose male”!), poi la parte tecnica: c’e’ un secondo istruttore che segue noi novizi: ci mette da una parte e ci inizia a spiegare i colpi: sinistro, destro, gancio e un altro che non ricordo come si chiama, poi calcio destro, calcio sinistro, combina uno, combina l’altro, unisci, fai la giravolta, falla un’altra volta, piega le gambe, gira il corpo, stringi i pugni, stretti i polsi. Insomma, manco sa chi sono, non sa un ca*** di me ma mi guarda e mi fa: “TE (pausa) NON COMBATTERAI MAI!”

Ieri torno in palestra perchè nonostante la pressione psicologica negativa la Patty continua: seeee, mica puoi dire a me “tu non combatterai mai” con quel tono. Sto str***.

Solito inizio massacrante: gambe, addominali, braccia, fiato, infarto.. e poi fa: “Mettetevi in coppia: combattiamo… anche i novizi!”

Tutti mettono guantoni, parastinchi, fascette e qualche altra protezione… Chiaramente io non ho NULLA: a mala pena mi hanno prestato dei guantoni enormi che mi si sfilano appena allungo il braccio. Ma va bene lo stesso: ha detto combattiamo e combattero’!!

Come ho detto prima siamo tre donne quindi una di queste mi si avvicina e mi fa: “Stai con me?”… Va bene, come posso dire di no!!!!

Iniziamo:

sinistro sinistro destro

poi

sinistro sinistro destro gancio

e poi

sinistro sinistro destro gancio e calcio

e poi

sinistro sinistro destro gancio calcio giravolta stinco e qualche altra cosa…

Le botte che ho preso manco ve lo racconto… e poi mi diceva: “Ma faccio piano, neanche ti sto toccando”… NO NO…

Poi mi fa: dai ora tocca a te!

sinistro sinistro destro

sinistro sinistro destro gancio

sinistro sinistro destro gancio e calcio

e il nostro combattimento è finito qui: L’HO STESA!

Chiaramente ho sbagliato qualcosa (è ovvio)… si è piegata in due dolorante al fianco destro e non ha più potuto combattere… Tutti ridevano esclusa me (e lei che non rideva per niente!) e dicevano: la fortuna del principiante!!!

E dentro di me pensavo: ecco, nessuno vorrà più combattere con me… alla fine aveva ragione l’istruttore!”

Emanuela:

“Solo per dirvi che io ieri sera ho cominciato il mio corso di prepugilistica martedì e giovedì: 1 ora e mezza articolata in:

30 minuti di riscaldamento dopo i quali ero completamente mezza… tipo miss maglietta bagnata;

30 minuti di tecnica: sinistro, destro, gancio ecc ecc;

25 minuti di combattimento: mettetevi in coppia… tutti con i guantoni, io l’ultima arrivata a mani nude… L’allenatore: uno con la faccia da pugile (avete presente gli occhi schiacciati, le labbra visibilmente modificate dall’attività, un corpo perfetto) mi dice: “Dai, io e te facciamo coppia oggi”.

E mentre io cominciavo a dare pugni lui diceva: forza, colpisci, sposta la spalla, mettici il peso del corpo. Dopo un po’ mi dice: “ma tu hai mai fatto prepugilistica?” e io: “no! mai…” e lui: “no perché sei coordinata e anche i colpi sono fluidi”.

Si finisce con 10 minuti di allungamento.

Stamattina mi sono svegliata con le nocche delle mani tutte viola…

Che dite? danza classica pure io??
eppure vi consiglio di starmi lontana… Ho scoperto quanto è bello picchiare a destra e a manca.

ADRIANAAA”

Foto: Clint Eastwood & Hillary Swank in “Million Dollar Baby” (2004).

Google e la luna 2.0

Paperone verso la luna

Ieri a Santa Monica e’ stato presentato il Google Lunar X Prize. Si tratta di una trovata degna di Paperone ed Archimede: una gara per andare sulla luna. Il premio e’ di 30 milioni di dollari che saranno divisi tra il primo posto, secondo posto e premi minori.

Vince chi riesce a far allunare una astronave privata dalla quale esca un robot che faccia una passeggiata lunare di almeno 500 metri e trasmetta a terra video ed immagini. Se l’esplorazione dura meno di 500 metri ci si consola con il secondo premio. Inutile dire che tutte le immagini scattate verranno pubblicate immediatamente sul web.

Ed e’ tutto come in un videogioco, ci sono anche i bonus: esplorazione piu’ lunga di 5000 metri, scoprire ghiaccio, sopravvivere piu’ di 15 giorni o fotografare artefatti umani, come la celebre bandiera che e’ ancora li’.

Per iniziare ad orientarsi, nulla di meglio di Google Moon: noto strumento di ricerca e navigazione per la superficie lunare che proprio ieri e’ stato rinnovato con l’aggiunta di molte immagini.

Purtroppo c’e’ un po’ di fretta che potrebbe inficiare la partecipazione di una Yepa navicella: il concorso scade nel 2012.

Nuovo algoritmo per il ridimensionamento delle immagini

Siggraph 2007 logo

Devo dire che e’ un po’ che non si vedeva qualcosa di nuovo nel mondo dell’editing di immagini. Parlo di qualcosa di concettualmente nuovo e non del solito nome altisonante per una funzione che esiste da quando esiste la computer grafica.

Ariel Shamir ha inventato un nuovo algoritmo di ridimensionamento delle immagini.

L’algoritmo, presentato qualche giorno fa al Siggraph 2007 di San Diego, permette il resize delle immagini in altezza o in larghezza eliminando i pixel meno significativi. Fino ad ora infatti l’operazione di scaling veniva effettuata eliminando intere righe o colonne di informazione.

Con questo nuovo algoritmo i pixel di un’immagine vengono dapprima ordinati per importanza, e poi eliminati via via che si restringe l’immagine. I risultati sono eccezionali per quanto riguarda i paesaggi. Per quanto riguarda i soggetti in primo piano e’ necessario attenuare l’effetto del filtro su particolari aree dell’immagine scelte dall’utente. E’ inoltre possibile accentuare la debolezza di alcune aree dell’immagine con ottimi risultati per quanto riguarda la cancellazione di particolari.

L’algoritmo funziona anche in modo inverso per aumentare la dimensione di un’immagine introducendo nuovi pixel in modo intelligente.

Il funzionamento viene spiegato molto bene in questo video: http://www.youtube.com/watch?v=vIFCV2spKtg

A questo punto non resta che aspettare trepidanti un’implementazione da parte della comunita’ di sviluppatori di GIMP.

Grazie a Daniele Cogo per la segnalazione.