San Patrizio e la bicicletta

Bicyclists Allowed Use of Full Lane (SF)
Nonostante le salite e discese conosciute in tutto il mondo, San Francisco e’ una citta’ a misura di bicicletta. Ogni strada ha una corsia ciclabile oppure un segnale che dice su quale corsia possono andare le biciclette. Ho deciso quindi di comprarmi la bicicletta. Ho chiesto un po’ in giro e mi hanno detto che nel malfamato quartiere di Mission avrei trovato diversi rigattieri (qui si chiamano “Thrift” store). Vendono di tutto, basta che sia usato, e non si preoccupano molto del fatto che cio’ che vendono sia rotto o meno. Qui – per fortuna – non c’e’ la garanzia obbligatoria di due anni. (il “per fortuna” merita un post a parte).

Ho fatto tutte le prove possibili dentro il negozio e alla fine ho trovato la mia bici. Costo: 50$. Le ruote erano a terra, ma freni e cambio funzionano. Ho puntato sul fatto che le gomme non fossero bucate e mi e’ andata bene. La cassiera mi ha chiesto due volte se ero sicuro e poi mi ha ricordato che non c’e’ nessuna forma di garanzia. Guardava le ruote come per chiedersi se non fossi matto a comprare un oggetto che non avrebbe funzionato subito. Non credo sapesse che le ruote sono la cosa piu’ facile da cambiare in una bicicletta. Ho anche chiesto se dopo qualche settimana avrei potuto vender loro la bici, ma mi ha detto che loro non acquistano mai. Mi chiedo come facciano ad avere il negozio pieno di roba usata senza acquistarla, ma meglio non farsi queste domande.

Cosi’ da ieri pomeriggio giro in bici. Due cose ti fanno sentire molto piu’ al sicuro qui che non a Roma: l’assoluta assenza di buche ed il codice della strada, che qui si segue.

Ieri era anche la festa di San Patrizio. Qui c’e’ stata una parata seguita da una bevuta generale in Union Square a cui mi sono dovuto sottoporre per non essere scortese (parata 1, parata 2 e concerto). Non credevo che gli irlandesi a San Francisco fossero cosi’ tanti. Purtroppo (o per fortuna) non c’e’ la festa degli italiani. Anche perche’ se non sbaglio il santo protettore sarebbe proprio San Francesco e allora non si saprebbe piu’ cosa festeggiare…

2 pensieri riguardo “San Patrizio e la bicicletta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *